CBD Blog

What is CBD

Cos’è il CBD (cannabidiolo)? Tutto quello che devi sapere

Il cannabidiolo (CBD) è una delle centinaia di composti chimici presenti nelle piante di canapa. Ma, a parte il nome, cos’altro sai del CBD? Di seguito troverai un riepilogo completo di cosa sia il CBD. Se decidi di approfondire il potenziale del CBD, ti daremo anche dei suggerimenti per altre letture sull’argomento.

Con tanti argomenti da trattare, ha senso iniziare dalla cosa più ovvia: che cos’è il CBD?

CHE COS’È IL CBD?

Il CBD è un composto organico che si sviluppa all’interno della Cannabis sativa. Appartiene a una classe di sostanze chimiche chiamate fitocannabinoidi ed ha una capacità unica di influenzare il corpo umano attraverso la sua mediazione del sistema endocannabinoide (SEC).

Una volta estratto, il CBD viene aggiunto a diversi tipi di oli vettori e consumato diverse volte al giorno, generalmente sotto forma di olio o capsula. Il CBD è molto apprezzato per l’assenza di effetti collaterali e per il suo buon profilo di sicurezza, apparendo ben tollerato in centinaia di studi.

DA DOVE PROVIENE IL CBD?

Il CBD è una delle dozzine di fitocannabinoidi (in breve cannabinoidi) presenti nella canapa e nelle diverse varietà di marijuana. Fa parte della struttura chimica di questa specie accanto a composti come terpeni e flavonoidi. I fiori maturi delle piante di canapa contengono il maggior numero di cannabinoidi (e i più alti livelli di CBD), piuttosto che i gambi o i semi. Questi ultimi contengono zero CBD.

In natura, queste sostanze chimiche proteggono la canapa da parassiti, agenti patogeni e malattie. Gli scienziati hanno scoperto che possono esercitare funzioni simili anche negli esseri umani. Per isolare il CBD, esistono tecniche sofisticate come l’estrazione con CO₂, la purificazione e la distillazione, che suddividono il materiale vegetale grezzo nelle sue diverse parti.

COME FUNZIONA IL CBD?

In tutti gli esseri umani (e negli animali domestici, tra gli altri) esiste una rete di recettori chiamata sistema endocannabinoide. Questi recettori monitorano una vasta gamma di processi biologici con l’obiettivo primario di mantenere l’equilibrio tra di essi. I recettori dei cannabinoidi esistono nel nostro sistema nervoso centrale e periferico, nel sistema digestivo e nella pelle. In realtà non ci sono molti posti in cui non troverai recettori CB1 o CB2.

Il sistema endocannabinoide sostiene uno stato di equilibrio (chiamato anche omeostasi) incoraggiando la produzione di enzimi benefici ed endocannabinoidi. Con l’effetto di mediazione del CBD, questo processo naturale è ulteriormente potenziato. Il cannabinoide rafforza l’influenza del sistema endocannabinoide, aiutando un approccio naturale al benessere e fungendo potenzialmente da alleato contro decine di malattie e disturbi. Per un riassunto dettagliato su come funziona il CBD, fai clic qui.

IL CBD CREA DIPENDENZA?

È normale che i potenziali utilizzatori di CBD si preoccupino dei possibili effetti collaterali. Per fortuna, le prove attuali suggeriscono che il CBD non è solo sicuro, ma è privo di proprietà che possono generare tolleranza. E, nonostante la leggera somiglianza del CBD con il composto inebriante tetraidrocannabinolo (THC), il CBD non ti farà sballare.

Una revisione completa del 2018 a cura dell’Organizzazione Mondiale della Sanità ha sottolineato quanto sia sicuro il CBD, e ha anche affermato che “il CBD non presenta effetti indicativi di alcun abuso o dipendenza,” aggiungendo che “il CBD è generalmente ben tollerato e ha un buon profilo di sicurezza.”

Alcune prove suggeriscono che il CBD potrebbe interagire con alcuni farmaci, e sono stati segnalati casi di lievi effetti collaterali tra cui secchezza delle fauci, affaticamento e riduzione dell’appetito. In caso di dubbi sui possibili effetti collaterali, è possibile trovare ulteriori informazioni qui.

QUALI SONO I BENEFICI DEL CBD?

Come abbiamo accennato, l’influenza del CBD sul nostro organismo è enorme. La ricerca è solo agli inizi, ma studi preliminari suggeriscono che il CBD potrebbe avere proprietà antinfiammatorie, antiossidanti, ansiolitiche e anti-iperalgesiche, tra le altre. Sarebbe impossibile dettagliare tutti gli studi sul CBD, ma riguardano condizioni come:

• Fibromialgia
• Diabete
• Acne
• Depressione
• Morbo di Crohn
• Alzheimer
• Artrite
• Ansia
• Epilessia

È importante ricordare che gli effetti del CBD sulle condizioni sopra descritte derivano principalmente da studi preclinici o basati su animali. Anche se i risultati sembrano certamente incoraggianti e gettano solide basi per l’uso di questo cannabinoide, resta ancora molto da scoprire sul pieno potenziale del CBD. Per saperne di più sui possibili benefici del CBD, fai clic qui.

IL CBD È LEGALE?

Dopo i possibili effetti collaterali, la legalità del CBD è la seconda preoccupazione per i consumatori. Sarai però felice di sapere che il cannabinoide è legale in gran parte dell’America, del Canada e dell’Europa. Il cannabinoide non è inserito nelle tabelle della Convenzione sulle sostanze psicotrope e può essere acquistato e venduto online a condizione che sia prodotto in linea con rigide normative.

Nella maggior parte dei mercati, il CBD deve essere estratto dalla canapa alimentare per evitare livelli critici di THC. In America, il contenuto di THC non può superare lo 0,3%, mentre molte nazioni europee impongono un limite dello 0,2%. Il cannabinoide è anche autorizzato dall’Agenzia mondiale antidoping (AMA) per l’uso negli sport professionistici.

COME USARE IL CBD?

Per la maggior parte degli utilizzatori bastano poche gocce di olio di CBD sopra o sotto la lingua. Gli oli di CBD sono disponibili in una vasta gamma di concentrazioni e in diversi oli vettori. Questo può rendere difficile per chi è alle prime armi sapere quale tipo di prodotto è quello giusto. Abbiamo quindi messo insieme una guida al CBD per principianti, che comprende i pro e i contro di ogni tipo di prodotto, per rendere la decisione più semplice.

Oltre agli oli di CBD, il cannabinoide ha trovato il suo spazio in:

• Creme mediche
• Cosmetici
• Capsule
• Integratori
• Alimentari
• Prodotti per animali domestici

Ognuno di questi tipi di prodotti ha uno scopo diverso, e non esiste una risposta giusta o sbagliata quando si tratta di decidere quale sia il migliore. Ma grazie all’ottimo profilo di sicurezza del CBD, la sperimentazione è semplice. E se non riesci a scegliere un prodotto piuttosto che un altro, è del tutto possibile combinarli per raggiungere il risultato desiderato.

L’OLIO DI CBD E L’OLIO DI CANAPA SONO LA STESSA COSA?

L’olio di CBD è derivato dai fiori (e talvolta dalle foglie) delle piante di canapa mature. L’olio di canapa è invece prodotto da semi di canapa spremuti a freddo, e non contiene cannabinoidi. L’olio di canapa non avrà un effetto sul tuo corpo come l’olio di CBD, anche se ha diversi benefici nutrizionali. Succede spesso che i consumatori confondano i due, soprattutto perché la canapa è utilizzata per entrambi. Se hai provato a decifrare i diversi tipi di olio di CBD ma non sei ancora sicuro di quale sia quello giusto per te, consulta la nostra guida dettagliata qui.

Per avere la massima tranquillità, cerca i produttori di CBD che hanno prodotti testati da terze parti. Le aziende che sottopongono a test indipendenti i propri prodotti rendono più facile per i consumatori controllare ciò che c’è o non c’è in ogni flacone.

DOVREI PROVARE IL CBD?

Avendo compreso le principali caratteristiche del CBD, probabilmente adesso avrai un’idea su come potresti trarre beneficio dai suoi effetti. Questo composto sembra ben tollerato, ma non è completamente privo di effetti collaterali, quindi è necessaria un’attenta considerazione. In caso di dubbi non esitare a parlare del CBD con il tuo medico. Dovrebbe essere in grado di avvisarti di eventuali rischi specifici in base alla tua storia clinica.

Scroll to top